Informazioni utili per la prenotazione

Prima di effettuare la prenotazione consulta i nostri PDF:

PDF Hotel


PDF Appartamenti

Ciclismo

Il Passo dello Stelvio, con i suoi oltre 100 tornanti che collegano tre valli, è una delle mete più conosciute ed ambite da tutti i ciclisti del mondo, professionisti e non, un luogo ideale dove poter svolgere attività d’allenamento, ossigenazione e riposo in alta quota.

Pedalando lungo i tornanti della strada dello Stelvio non è, infatti, raro incontrare volti noti del mondo delle due ruote, che qui si allenano per affrontare le grandi corse a tappe dei circuiti internazionali.

Per il proprio soggiorno essi scelgono l’Albergo Pirovano Quarto, una struttura particolarmente adatta a completare la preparazione in quota grazie all’attrezzata zona benessere e fitness, oltre che all’attenzione dedicata ad una corretta e specifica alimentazione.

Per i cicloamatori i 1.533 metri di dislivello per arrivare a quasi 3.000 metri di quota non sono certo uno scherzo, ma rappresentano semmai un percorso tattico che entra a pieno titolo nella “Grande Montagna”, e che si gioca con i muscoli e con la mente.
Tanta “sana fatica”, unita a tenacia e grinta  per arrivare almeno una volta nella vita all’epica Cima Coppi, quella dei campioni con la “C” maiuscola, quella dell’Airone volante (Fausto Coppi) e di tanti grandi che hanno scritto pagine leggendarie del Giro d’Italia.

Pirovano Stelvio è lieta di ospitare gruppi sportivi e singoli amanti di questa disciplina ai quali dedica specifici pacchetti soggiorno particolarmente agevolati » contattateci per maggiori informazioni

Il Passo dello Stelvio in bici

Partendo da Prato allo Stelvio, dal versante Altoatesino (916 m s.l.m.), si sale per circa 25 km senza un attimo di respiro, e con pendenze via via crescenti (circa 11% nell’ultimo chilometro). La prima parte della salita è la più pedalabile (i primi 8 km), con pendenze intorno al 5%. Poi iniziano i 48 tornanti con pendenze medie intorno all’8-9%. Il dislivello complessivo supera i 1800 m. La pendenza media è del 7,4%, la pendenza massima è dell’11%.

Sul versante Lombardo la salita inizia da Bormio (1225 m s.l.m.) ed è lunga circa 21,5 km; dopo circa 15 km vi è il Pian di Grembo, un tratto di circa un chilometro con pendenze modeste, dove si può riprendere fiato. Gli ultimi 2-3 km, i più duri, si attestano intorno all’8% di pendenza. La pendenza media è del 7,1%, quella massima del 9,5% (tra il km 10 e il km 11).

Un’ulteriore possibilità di salita è offerta dal versante Svizzero, partendo da Santa Maria in Val Monastero, pedalando per buona parte in territorio elvetico, per poi ricongiungersi in località Giogo di Santa Maria (2503 m.s.l.m) al versante di Bormio.